sabato 25 nov 2017
ultimo aggiornamento ore 12.31
ATTUALITA'
INTERVISTE
pagina dei libri
pagina della musica
pagina illustrata
pagina photogallery
Cerca su Pagina:

ASTI - 28/03/2015MOSTRE/EVENTI

La pittura nel Seicento

“L’idea di pubblicare un repertorio di dipinti lombardi e genovesi del Seicento, storicamente presenti sul territorio delle attuali province di Alessandria e Asti, risale ad alcuni anni fa, ora ha trovato il proprio realizzo grazie alla sensibilità e al generoso sostegno della Fondazione Cassa Risparmio di Asti”. Sono le parole dell’introduzione al volume curato da Alessandro Morandotti e Gelsomina Spione “ALESSANDRIA E ASTI NEL SEICENTO” (SAGEP Editori 143 pp. Illustrazioni b/n). La pubblicazione prende consistenza quando la mostra sulla pittura del Seicento nella provincia di Asti era in atto a palazzo Mazzetti, e portava a compimento un altro importante traguardo: quello sulla ricerca e la tutela del vasto patrimonio artistico astigiano e alessandrino. Il libro, oltre ai curatori citati precedentemente, si avvale di contributi delle ricercatrici dell’Università di Torino (Maria Vittoria Gattoni, Ilaria Giuliano, Paola Manchinu). “Il repertorio antologico intrapreso nel progetto editoriale fotografa, sulla base della schedatura ministeriale e dei successivi censimenti della CEI, il patrimonio delle opere lombarde e genovesi storicamente attestate nelle attuali province di Alessandria e Asti, due territori dell’odierno Piemonte dalle vicende assai articolate per l’arte”. In una serie di saggi introduttivi e in circa 200 schede prende vita una storia figurativa a lungo trascurata, ricca di riscoperte e ritrovamenti anche di primo piano, facendo riemergere l’arredo pittorico storicamente attestato negli edifici ecclesiastici del territorio in attesa di cure conservative e di restauri. Cinque capitoli contraddistinguono questo esauriente libro. Oltre all’introduzione, nel primo intervento Paola Manchinu descrive le tracce per un patrimonio perduto: “gli ordini regolari a Tortona tra il XVI e XVII secolo”; Gelsomina Spione affronta nel capitolo secondo “Pittori e Committenti Genovesi nel Piemonte Meridionale”; Alessandro Morandotti: “Nuove tracce per la pittura Lombarda nella Diocesi di Tortona”. Nel quarto intervento Maria Vittoria Gattoni descrive e pone alcune considerazioni sui quadroni di San Filippo Neri a Casale Monferrato; Paolo Vanoli illustra i lavori degli artisti Lombardi ad Asti, in particolare di Pietro Gilardi nella pittura eseguita nella chiesa di San Giuseppe; il repertorio delle opere attraverso le schede, come quello bibliografico, viene curato da Ilaria Giuliano.
Gianfranco Piovano

Versione per stampa

Articoli correlati

REDAZIONE - PUBBLICITA' - PROMOZIONI - _ - Road Communication sas Editrice P.I. 09842050016 - Copyright © Pagina - All rights reserved
Powered by Blulab